• Convegno di Scienze dedicato ai docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado
    18 marzo 2019, Perugia

A Scuola di Scienza

Scoperte e innovazioni scientifiche
per motivare l’apprendimento attivo e favorire una didattica inclusiva e divertente

18 marzo 2019

Perugia Centro Congressi, Via Ruggero d'Andreotto, 19 - Perugia

CITTADINANZA SCIENTIFICA   DEBATE  DIDATTICA INCLUSIVA 
GIOCO  INTERDISCIPLINARIETÀ METODO SCIENTIFICO
GEOFISICA   SOSTENIBILITÀ  STEM

Programma

08:30 - 09:30
REGISTRAZIONE PARTECIPANTI
09:30 - 09:45
SALUTI ISTITUZIONALI
09:45 - 10:00
LA SCIENZA E LE SUE CANTONATE! - Luca Perri

Alla fine degli anni ‘60 l’intero mondo scientifico rimane a bocca aperta: un gruppo di fisici e chimici russi afferma di avere appena scoperto il quarto stato dell’acqua. Ci vorranno diversi anni perché la smentita arrivi, distruggendo ogni entusiasmo: quella che sembrava una strana forma di acqua, infatti, era in realtà… sudore degli scienziati stessi. Se pensate che figuracce di questo tipo non capitino spesso, state pronti a ricredervi. Le teorie che conosciamo sui marziani nascono in realtà da un errore di traduzione, la radio funziona per sbaglio e persino Einstein ha dovuto arrendersi al fatto che il caso e l’errore giochino un ruolo fondamentale nella scienza!

10:00 - 11:00
APPRENDERE CONCETTI SCIENTIFICI: DALLA RICERCA PSICOLOGICA ALLA DIDATTICA - Lucia Mason

In inverno fa freddo perché la terrà è più lontana dal sole, in estate fa caldo perché è più vicina”. Questa spiegazione errata è molto frequente a diverse età, anche dopo aver studiato a scuola le cause dell’alternarsi delle stagioni. Il mio intervento si focalizzerà sull’apprendimento scientifico come processo di cambiamento concettuale in cui le strutture preesistenti di rappresentazione della conoscenza devono essere ristrutturate per poter integrare le nuove informazioni disciplinari. Non si tratta di un processo semplice e veloce in quanto certe misconcezioni possono risultare particolarmente resistenti al mutamento. La ricerca psicologica indica che il cambiamento concettuale è sostenuto dall’interazione complessa, ma affascinante, di aspetti cognitivi, metacognitivi ed emotivo-motivazionali, da tener presente per la progettazione di ambienti di apprendimento efficaci a scuola. Si parla, a proposito, di “cognizione calda” sottolineando il coinvolgimento degli stati affettivi nella prestazione intellettiva. Vari esempi tratti da ricerche con ragazzi della scuola secondaria illustreranno il discorso in modo concreto. Verranno sottolineate, inoltre, le implicazioni della ricerca psicologica per la didattica finalizzata a far acquisire non solo conoscenze, ma anche credenze e atteggiamenti positivi nei confronti della scienza.

11:00 - 11:20
coffee break
11:20 - 12:00
LA CITTADINANZA SCIENTIFICA NASCE IN CLASSE - Giuliana D'Addezio

Tra i compiti fondamentali della complessa struttura educativa di una società c’è quello il di preparare gli studenti a diventare cittadini attivi, garantendo loro conoscenze, competenze e capacità necessarie per contribuire al miglioramento della comunità. In ambito scientifico, la costruzione di una cittadinanza preparata non implica solo il condividere un grande patrimonio dell’umanità, ma anche aumentare la consapevolezza del fatto che siamo titolari di diritti e doveri civici e che dobbiamo far fronte a nuove responsabilità.  La cittadinanza scientifica implica un valore sociale (di inclusione e partecipazione), politico (di indirizzo e monitoraggio) scientifico (di analisi dei fenomeni) oltre che educativo (aumento delle conoscenze e della consapevolezza). Con queste finalità la ricerca e l’approccio scientifico sono chiamati a diventare parte attiva nella vita di tutti, per garantire un’informazione corretta e condivisa, necessaria per affrontare scelte in modo più consapevole. In questo incontro parleremo dell’importanza di essere preparati nell’affrontare pericoli naturali come terremoti, vulcani o tsunami, ma anche quelli connessi all’emissione di gas naturale, sviluppando strategie di medio e lungo termine che consentano di annullare o limitare gli effetti dannosi di eventi che comunque non possiamo fermare. Parleremo anche di Citizen Science – o Scienza partecipata – che coinvolge quelle attività di ambito scientifico nelle quali sono coinvolti i cittadini nella raccolta di dati scientifici, in collaborazione e con la validazione della comunità scientifica.

12:00 - 12:40
VITA DA SCIENZIATA - DIALOGO TRA PSICOLOGIA E TECNOLOGIA: NUOVE APPLICAZIONI PER L'APPRENDIMENTO - Monica Gori

Nel bambino le modalità sensoriali sono fondamentali per apprendere. Tuttavia, risultati scientifici recenti mostrano che visione, udito e movimento contribuiscono diversamente per apprendere diversi concetti. Nuove soluzioni tecnologiche possono facilitare l’apprendimento multisensoriale fornendo i segnali sensoriali migliori considerando diverse abilità e predizioni del bambino.

12:40 - 13:00
LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE DIGITALI A SCUOLA - Google trainers

Sviluppare l’alfabetizzazione digitale dei docenti attraverso l’uso della piattaforma Google Suite For Education per realizzare e condividere documenti didattici, creare e gestire aule virtuali, valutare, monitorare, includere e seguire tutti gli studenti.

13:00 - 14:00
lunch
14:00 - 15:30
WORKSHOP E LABORATORI - PRIMA SESSIONE
15:30 - 17:00
WORKSHOP E LABORATORI - SECONDA SESSIONE
17:00 - 17:00
fine lavori

Laboratori

Ora inizio Ora fine Titolo Descrizione
Sessione 1
14:00 15:30 La ricetta per “scaldare il cuore” e favorire l’apprendimento delle scienze
Secondaria di 1° grado

L’insegnante di scienze della scuola del primo ciclo ha una grande opportunità: accompagnare in modo coinvolgente e diretto gli alunni verso una comprensione scientifica non superficiale di quanto accade intorno a noi; il metodo scientifico è il filo rosso che illumina e dà senso al cammino, gli “errori” sono una enorme risorsa di conoscenza, la mediazione dell’insegnante un’opportunità tutta da cogliere e… da “godersi”. Ancora una volta non lo faremo a mani vuote ma usando oggetti, esplorando esseri viventi micro e macro, scambiandoci strategie e trucchi del nostro bellissimo mestiere.

Michele Marcaccio, docente di scienze scuola secondaria I grado, autore DeA Scuola
14:00 15:30 Matematica e scienze: robotica educativa
Secondaria di 1° grado

Workshop dedicato alla robotica educativa e al coding. L’intervento propone alcune semplici attività in modalità laboratorio/azione applicate alle scienze matematiche e fisiche. Vengono proposte attività sul moto dei corpi e sulla probabilità attraverso l’uso di robot programmabili in ambiente derivato da Scratch.

Massimo Bubani, docente di scienze scuola secondaria I grado, autore DeA Scuola

14:00 15:30 Mind the science! La scienza forma cittadini consapevoli
Secondaria di 1° grado

Il metodo scientifico e le conquiste della scienza sono strumenti fondamentali per poter formare una generazione di cittadini preparati a muoversi in un mondo sempre più complesso. Proviamo insieme a riconoscere una fake news, giochiamo con la scienza per stimolare l’apprendimento degli studenti, valorizziamo gli errori dei grandi scienziati per garantire sviluppo e progresso per la comunità scientifica e raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Luca Perri, astrofisico, divulgatore scientifico e autore DeA Scuola

14:00 15:30 Le competenze digitali – Google Suite for Education
Secondaria di 1° grado, Secondaria di 2° grado

Il protocollo d’intesa di agosto 2017 tra Google e il MIUR promuove l’alfabetizzazione digitale e l’uso consapevole delle tecnologie a scuola.
Il laboratorio propone attività didattiche collaborative per la condivisione delle risorse e per l’acquisizione di strumenti utili a facilitare la comunicazione con e tra gli studenti.

Google trainer

14:00 15:30 Fisica che passione: luce e colore
Secondaria di 2° grado

Una serie di esperimenti mostrano curiosi fenomeni legati alla luce e al nostro sistema di visione occhio-cervello. Tra interrogativi, spunti di riflessione, prove e discussioni, rispondiamo insieme ad alcune importanti domande: cosa è la luce? Come e perché vediamo e percepiamo le forme e i colori? Come la luce interagisce con la materia?

Alessandro Farini, ricercatore Istituto Nazionale Ottica – CNR

14:00 15:30 Chimica la connessione tra le Scienze
Secondaria di 2° grado

La correlazione tra i variegati contenuti di Scienze nei Licei è una necessità concreta per rendere funzionale lo sviluppo cognitivo dei nostri studenti. Attraverso una corretta interconnessione delle materie dell’area scientifica si può valutare al meglio la solidità delle competenze in possesso degli studenti. La Chimica potrebbe essere di grande aiuto proprio in questo percorso, accelerando i processi di ragionamento e di interconnessione tra le varie discipline afferenti a Scienze Naturali. Non sempre gli studenti apprezzano la centralità della Chimica, a causa di un approccio a volte faticoso. In questo intervento saranno offerti degli spunti didattici che permettano di aiutare gli studenti ad affrontare uno studio significativo, arricchito da schemi ed esempi illuminanti e coinvolgenti, costruiti per “aprire le menti”; si punterà infine al potenziamento di associazioni significative con diverse discipline, con la salute e con tematiche ambientali.

Valentina Versiglio, autrice DeA Scuola
Marco Caricato, docente scuola secondaria di II grado autore DeA Scuola

14:00 15:30 A contatto con la Terra: laboratorio di Geoscienza
Secondaria di 2° grado

Dall’analisi dei sismogrammi alla localizzazione del terremoto. Proviamo a comprendere i meccanismi del terremoto, la sua identificazione, come si studia e come rendere questo fenomeno naturale meno pericoloso per l’uomo. Quali sono le caratteristiche di un terremoto in area vulcanica? Come funzionano i vulcani? Attraverso una serie di attività pratiche arriveremo a capire come funziona il magma e le eruzioni.

Giuliana D’Addezio, ricercatrice, responsabile didattica e divulgazione scientifica INGV

Sessione 2
15:30 17:00 La ricetta per “scaldare il cuore” e favorire l’apprendimento delle scienze
Secondaria di 1° grado

L’insegnante di scienze della scuola del primo ciclo ha una grande opportunità: accompagnare in modo coinvolgente e diretto gli alunni verso una comprensione scientifica non superficiale di quanto accade intorno a noi; il metodo scientifico è il filo rosso che illumina e dà senso al cammino, gli “errori” sono una enorme risorsa di conoscenza, la mediazione dell’insegnante un’opportunità tutta da cogliere e… da “godersi”. Ancora una volta non lo faremo a mani vuote ma usando oggetti, esplorando esseri viventi micro e macro, scambiandoci strategie e trucchi del nostro bellissimo mestiere.

Michele Marcaccio, docente di scienze scuola secondaria I grado, autore DeA Scuola

15:30 17:00 Matematica e scienze: robotica educativa
Secondaria di 1° grado

Workshop dedicato alla robotica educativa e al coding. L’intervento propone alcune semplici attività in modalità laboratorio/azione applicate alle scienze matematiche e fisiche. Vengono proposte attività sul moto dei corpi e sulla probabilità attraverso l’uso di robot programmabili in ambiente derivato da Scratch.

Massimo Bubani, docente di scienze scuola secondaria I grado, autore DeA Scuola

15:30 17:00 Mind the science! La scienza forma cittadini consapevoli
Secondaria di 1° grado

Il metodo scientifico e le conquiste della scienza sono strumenti fondamentali per poter formare una generazione di cittadini preparati a muoversi in un mondo sempre più complesso. Proviamo insieme a riconoscere una fake news, giochiamo con la scienza per stimolare l’apprendimento degli studenti, valorizziamo gli errori dei grandi scienziati per garantire sviluppo e progresso per la comunità scientifica e raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Luca Perri, astrofisico, divulgatore scientifico e autore DeA Scuola

15:30 17:00 Il Debate per sviluppare le competenze chiave
Secondaria di 1° grado, Secondaria di 2° grado

Il Debate è una metodologia che permette di acquisire competenze trasversali (“life skills”), e favorisce il cooperative learning e la peer education non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra docenti e studenti. Proviamo a comprendere come promuovere le competenze chiave attraverso il Debate e ipotizzare la trasferibilità del Debate nel proprio contesto.

Silvia Panzavolta, ricercatrice INDIRE

15:30 17:00 Fisica che passione: luce e colore
Secondaria di 2° grado

Una serie di esperimenti mostrano curiosi fenomeni legati alla luce e al nostro sistema di visione occhio-cervello. Tra interrogativi, spunti di riflessione, prove e discussioni, rispondiamo insieme ad alcune importanti domande: cosa è la luce? Come e perché vediamo e percepiamo le forme e i colori? Come la luce interagisce con la materia?

Alessandro Farini, ricercatore Istituto Nazionale Ottica – CNR

15:30 17:00 Una lezione di scienze integrate coinvolgente (indicato per i nuovi professionali e i tecnici)
Secondaria di 2° grado

Le materie scientifiche nei professionali e nei tecnici sono talvolta percepite come difficili o lontane dalla professione che si va scegliendo. Anche per questo non è facile coinvolgere e motivare la classe. Nelle scienze integrate convivono più discipline che richiedono approcci differenti. Per esempio la chimica tipicamente non raccoglie consensi tra gli studenti (“è una materia difficile”, “mi abbassa la media”, “non riesco sempre a verificare quanto devo studiare”); biologia e scienze della Terra possono essere vissute come materie meramente descrittive e mnemoniche, dove il metodo e la bellezza della scienza si perdono. Condividiamo idee e metodi per favorire il percorso didattico dello studente con strategie didattiche innovative.

Claudia Borgioli, autrice DeA Scuola
Marco Caricato, docente scuola secondaria di II grado e autore DeA Scuola

15:30 17:00 A contatto con la Terra: laboratorio di Geoscienza
Secondaria di 2° grado

Dall’analisi dei sismogrammi alla localizzazione del terremoto. Proviamo a comprendere i meccanismi del terremoto, la sua identificazione, come si studia e come rendere questo fenomeno naturale meno pericoloso per l’uomo. Quali sono le caratteristiche di un terremoto in area vulcanica? Come funzionano i vulcani? Attraverso una serie di attività pratiche arriveremo a capire come funziona il magma e le eruzioni.

Giuliana D’Addezio, ricercatrice, responsabile didattica e divulgazione scientifica INGV


Esonero Ministeriale concesso

De Agostini Scuola è un Ente Formatore accreditato per la formazione del personale della Scuola ai sensi della Direttiva Ministeriale n. 90/2003-Prot. n. A00DGPER.6979.
Al termine dell'incontro verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.


In collaborazione con
  • CNR
  • Fondazione Veronesi
  • IIT
  • INGV
  • Ospedale San Raffaele
  • Università San Raffaele
  • Lenovo
  • CampuStore
  • Google for Education
  • Ricola

Informazioni

Ecco tutte le informazioni e i contatti

Perugia Centro Congressi

Indirizzo: Via Ruggero d'Andreotto, 19 - Perugia

Indicazioni